• Genere:Commedia, Drammatico
  • Regia:Harmony Korine
  • Sceneggiatura:Harmony Korine
  • Cast:James Franco, Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Ashley Benson, Heather Morris, Rachel Korine
  • Distribuzione:BIM
  • Produzione:Division Films, Muse Productions, O' Salvation
  • Durata:92 min
  • Nazione e Anno:USA 2012

Lo “spring break” è alle porte e Brit, Candy, Cotty e Faith, quattro provocanti studentesse, non vogliono rinunciare alla loro vacanza di primavera. Decidono così di rapinare un fast food per racimolare i soldi necessari per partire per la Florida. Sulla strada però, dopo una notte di bagordi sulla spiaggia, le ragazze si imbattono in un blocco stradale: perquisite, vengono arrestate per possesso di droga e poi condotte ancora in bikini davanti al giudice per la sentenza.

In galera, le ragazze conoscono Alien, un noto criminale locale dedito al traffico d’armi. Questi si offre di pagare loro la cauzione in cambio di un piccolo favore: uccidere il suo nemico Archie. Le quattro accettano e da quel momento in poi Alien le prende sotto la sua protezione, facendole vivere lo spring break più scatenato della storia. Alien, così, si rivela rude solo in apparenza, ma tenero nell’animo, capace di conquistare le quatto studentesse accompagnandole in un viaggio che mai avrebbero immaginato di compiere.

Sgargiante di colori e di eccessi, Spring Breakers è – da stessa ammissione del regista – un poema pop, dove tutto deve necessariamente essere “avanti”. «Partiamo col dire che lo spring break è una metafora di quanto succede nel resto del film, un film che non racconta in realtà di quello specifico evento – ha spiegato Korine -. La forma, in Spring Breakers è molto importante, perché volevo farne un poema pop. Quindi sono importantissimi i colori, volevo che tutto sembrasse saturo e lucido, rendere il tutto come confettura liquida, volevo una superficie lucida sulla quale rimanesse invischiata la patologia dei personaggi che racconto».

Korine dirige poi un cast di giovani e famose attrici tutte (o quasi) provenienti dalla tv – Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Ashley Benson, Rachel Korine (moglie del regista ndr) – mentre nella parte di Alien troviamo James Franco. La scelta degli attori non è stata un caso, ma assolutamente mirata: «Faccio sempre così – ha spiegato il regista – scelgo chi penso sia disposto ad accettare le sfide dei miei film ma faccio dei casting molto lunghi, perché voglio essere sicuro. Che poi Vanessa Hudgens, Selena Gomez e Ashley Benson provengano tutte dal mondo della tv, da quel mondo pop che volevo raccontare e ne incarnino una qualche ideologia, è stata anche una fortunata coincidenza. È qualcosa di concettuale che funziona anche da propellente per il film. Quanto a James Franco, invece, lui è un pazzo ed è bello lavorare coi pazzi. Quindi finita la sceneggiatura l’ho subito contattato, mandandogli assieme del materiale esplicativo. Volevo spingerlo oltre i suoi limiti – conclude Korine – fare di lui un personaggio che fosse insieme un gangster e un mistico».

Spring Breakers è un film ironico, tradotto alla maniera pop ma che, lontano dalla patinata idea di una generazione schiamazzante e divertente, segna una critica reale alla società contestualizzata in un preciso evento Made in USA.