Un altro grande personaggio se ne è andato: la notizia è di ieri, il regista greco Theo Angelopoulos è morto ieri ad Atene, travolto da una moto nel porto di Atene. Il vincitore del Leone d’Argento nell’88 alla Mostra di Venezia, 76 anni, si trovava nel porto per girare il suo film, The Other Sea, in cui recita anche il nostro Tony Servillo, incentrato su un tema di grande attualità: la crisi econmica.

Una moto lo ha travolto e il cineasta non è sopravvissuto alle lesioni riportate durante lo scontro e un’emorragia cerebrale gli è stata fatale. Con la sua pellicola Paesaggio nella nebbia  il cineasta aveva vinto il Leone d’Argento a Venezia, mentre nel 1998 a Cannes si era aggiudicato la Palma d’Oro con “ L’eternita e un giorno”. I suoi riconoscimenti per aver di fatto “creato” un nuovo capitolo del cinema greco non si fermano qui: nel 1997 Theo Angelopoulos aveva vinto l’Orso d’oro a Berlino per il film “I cacciatori”Nel 2008 aveva presentato il suo onirico La Polvere del Tempo.

Nel 1986 cominciò la collaborazione con Marcello Mastroianni, protagonista di molti dei suoi capolavori come Il volo, Paesaggio nella nebbia, e affiancato da Jeanne Moreau de Il passo sospeso della cicogna, da molti considerato fra le opere migliori del regista.