Titolo originale: Konferenz der Tiere

Anno: 2010

Nazione: Germania

Distribuzione: Moviemax

Durata: 93 min

Data uscita in Italia: 21 gennaio 2011

Genere: family,animazione

Regia:Holger Tappe , Reinhard Klooss

Sceneggiatura:Reinhard Klooss

Musiche:David Newman

C’erano una volta una mangusta di nome Billy, un leone curiosamente vegetariano chiamato Socrate, una elefantessa denominata Angie e inoltre la giraffa Gisella, l’orso polare Sushi, lo scimpanzé Toto e il bufalo Grugno. “Che ci fanno gli animali di cinque continenti differenti tutti insieme?”, vi domanderete. Ebbene sono i simpaticissimi protagonisti di una divertente avventura sbarcata sui nostri schermi il 21 Gennaio e che ha riscosso un buon successo al botteghino.

La storia racconta di un universo in cui gli umani sembra che si adoperino per distruggere il loro pianeta: gli iceberg dell’Artico si sciolgono come ghiaccioli in una calda domenica d’agosto, in Australia scoppiano incendi ogni due minuti, per non parlare delle Galapagos completamente sommerse da ondate di petrolio. Insomma la situazione è proprio drammatica. Per tale ragione tante diverse specie di animali decidono di fuggire dai loro ambienti naturali e di marciare verso New York per manifestare il loro deciso dissenso, per opporsi alla supremazia egoista e distruttiva del genere umano. Ovviamente si tratta di una manifestazione di protesta pacifista e rocambolesca, ma che consentirà ai suoi componenti di ottenere la giusta vittoria.

Non è una novità che il genere d’animazione cerchi di sensibilizzare i piccoli spettatori su tematiche quali l’ecologia e l’ambiente ricorrendo  al genere dei cartoni per mettere in scena un eterogeneo universo animale e naturale. Il recente Le avventure di Sammy-Il passaggio segreto aveva già trattato lo stesso argomento, tuttavia Animal United trae la propria ispirazione non da precedenti film, ma da un romanzo per ragazzi scritto da Erich Kastner intitolato La Conferenza degli Animali. La trama, opportunamente modificata e adattata al grande schermo, si avvale della direzione della collaudata coppia Reinhard Klooss e Holger Tappe già registi di Impy e il mistero dell’isola magica.

Il film vuol focalizzare l’attenzione sull’incombente rischio di estinzione di tanti animali, che vivono con fatica sempre maggiore all’interno del loro habitat d’origine, seriamente compromesso da un susseguirsi di catastrofici disastri ambientali;  non manca anche la denuncia dell’inquinamento ormai dilagante, della siccità, che sta desertificando alcune zone del mondo, del cambiamento climatico, che crea problemi ormai da anni all’intero ecosistema. I nostri amici animali, diversamente dagli uomini, non sono per nulla disposti ad accettare tutto questo e così scelgono la strada della protesta più dura. L’uso del 3D è un elemento centrale e contribuisce ad accentuare una spettacolarità visiva di grande efficacia. Un film per bambini, certo, ma capace di affascinare, divertire e far riflettere anche i più grandi e che è già tra i film più visti della scorsa settimana.