Nazione: U.S.A.

Anno: 2009

Durata: 166′

Regia: James Cameron

Sito ufficiale: www.avatarmovie.com

Cast: Sam Worthington, Zoe Saldana, Laz Alonso, Sigourney Weaver, Michael Biehn, Wes Studi, Joel Moore, CCH Pounder

Produzione: Twentieth Century-Fox Film Corporation

Distribuzione: 20th Century-Fox

 

 

Trama:

Nel 2154 la RDA, una compagnia interplanetaria terrestre, decide di sfruttare i giacimenti minerari di Pandora, luna appartenente al sistema stellare Alfa Centauri. Pandora e’ un mondo meraviglioso di foreste pluviali e animali pericolosi. Pero’ l’aria sul pianeta è tossica, ed i terrestri sono stati costretti a creare il “Programma Avatar“, in cui i “piloti” umani collegano le loro coscienze ad un avatar, ovvero un corpo organico controllato a distanza. L’ex marine invalido Jake Sully viene richiamato in servizio dalla RDA per sostituire il fratello gemello deceduto. Tramite il suo avatar, Sully dovrà conquistare la fiducia del popolo indigeno, i Na’Vi, per permettere alla RDA di colonizzarli. Ben presto, però, Sully scoprirà che gli indigeni sono un popolo che vive in simbiosi con la natura e s’innamorerà’ di Neytiri, la figlia del re. I terrestri, allora, decideranno di attaccare i Na’Vi, e nell’epica battaglia, l’ex marine sceglierà di difendere i suoi nuovi amici.

 

Recensione:

Dopo il successo di botteghino di “Titanic”, James Cameron ritorna sul grande schermo con un nuovo ed entusiasmante film, “Avatar”.

James Cameron con questo film ha inaugurato sicuramente una nuova era del cinema, non solo perché “Avatar” è il film tecnologicamente più avanzato dell’ultimo secolo, ma anche per i suoi successi di botteghino.

Infatti, il film, costato 400 milioni di dollari, ha incassato più di due miliardi, divenendo così il film che più ha guadagnato nella storia del cinema.

Avvalendosi delle nuove tecnologie, dal 3D alla “performance capture” facciale per riprodurre l’espressione mimica degli attori e alla “Virtual Camera”, per riproporre un’ambientazione più verosimile possibile, Cameron è riuscito a creare un mondo immaginario meraviglioso, pieno di colori, poesia e magia.

Tramite il 3D, lo spettatore viene catapultato e avvolto in un mondo immaginifico, pieno di alberi secolari, natura selvaggia, uomini blu alti tre metri.

Nonostante la trama pecchi di originalità, riproponendo i soliti temi dell’amore, della guerra e dell’amicizia, il regista Cameron invita lo spettatore a riflettere sull’importanza dell’ambiente e della natura. Il messaggio del film così diventa rivoluzionario ed innovativo: bisogna rispettare, difendere e preservare la natura a tutti i costi.

Epico e romantico, fantascientifico e avventuroso, “Avatar” è un mondo di fantasia dove la natura sconfigge la prepotenza umana, la spiritualità vince il bieco utilitarismo.

“Avatar” è sicuramente un film  poetico e suggestivo, non solo per le nuove tecnologie utilizzate ma anche per il suo prezioso messaggio ambientalista.