A volte ritornano, ecco cosa viene da pensare. Dopo Amici miei, ecco che un altro ‘mostro sacro’ si appresta a tornare nei cinema.

E’ così che anche Blade Runner, il film di Ridley Scott tratta dagli scritti di Philip K. Dick, il futuro riserba delle novità. Infatti, sembra che la Alcon Entertainment sia intenzionata ad entrare in possesso dei diritti cinematografici e televisivi della pellicola. La trattativa sta arrivando alla chiusura e ben presto potranno riverdire i fasti di Blade Runner.
I fan più sfegatati sono terrorizzati? Tranquilli: Broderick Johnson e Andrew Kosove, i nomi a capo della Alcon, stanno studiando con attenzione come operare su questo corpo illustre: infatti, proprio come per la pellicola di Monicelli, i fan del film di Scott temono che una nuova proposta filmica possa ditruggere ciò che Ray Mc Coy ha costruito. Ma proprio per questo motivo, una delle clausole del contratto prevedono l’impossibilità di fare un remake della pellicola originale. E quindi? Cosa faranno? Secondo i rumors, i produttori sono orientati verso un prequel, oppure addirittura verso la trasformazione del film in una serie televisiva.

Detto fuori dai denti, non è così sbagliato riproporre una storia, nonostante il peso specifico che essa abbia avuto nella storia del cinema. Balde Runner lasciava molti spiragli aperti. Pur tuttavia, è anche vero che è difficile costruire un nuovo successo senza il team originale che lo ha determinato e basandone le premesse su cosa di trenta anni fa. E’ anche vero che Dick è stato uno degli scrittori più prolifici della storia della letteratura e non sarebbe affatto strano se, proprio dalle sue carte, venissero fuori nuovi spunti interessanti…