Claudio Bisio ha incantato tutto il pubblico italiano nella commedia “Benvenuti al Sud” diretta da Luca Miniero, commedia che vedeva il responsabile di un ufficio postale della Brianza ritrovarsi per punizione in un piccolo paesino della Campania. Il pubblico ha seguito Claudio Bisio in questo viaggio nel Sud dell’Italia, un viaggio ricco di cliché e di preconcetti che minuto dopo minuto cadono però in modo impeccabile, una commedia divertente ed ironica che ci offre la possibilità di comprendere tutte le bellezze della cultura del Sud, una cultura spesso invece purtroppo sottovalutata e giudicata in malo modo.

Claudio Bisio torna ora, sempre grazie alla regia di Luca Miniero, sul grande schermo con il sequel di questa meravigliosa commedia. Stiamo ovviamente parlando della tanto attesa pellicola “Benvenuti al Nord” che uscirà nelle sale il 18 gennaio 2012, un film che era dovuto perché se è vero che in Italia ci sono molti pregiudizi sul Sud è vero anche che ce ne sono altrettanti sul Nord. Si tratta di pregiudizi che meritano di essere messi sullo schermo in modo che sia possibile comprendere il dualismo che ci perseguita e che forse ci perseguiterà per sempre ma almeno con queste pellicole sarà più semplice riderci su.

Sono passati ormai due anni da quando Alberto e sua moglie Silvia si sono trasferiti a Milano. Silvia in realtà non riesce a vivere bene in questa caotica città, una città sin troppo grande, rumorosa e soprattutto inquinata. Alberto decide allora di prendere una seconda casa, una casetta in montagna in cui poter trascorrere con Silvia dei piacevoli e romantici fine settimana lontano dal caos e dallo stress cittadino. Purtroppo però Alberto è davvero molto preso dal lavoro e un nuovo progetto delle Poste lo impegna anche durante il sabato. Silvia non riesce ovviamente a sentirsi felice in una città che non ama e con un marito che non sembra più pensare a lei ma solo al suo lavoro.

Anche per Mattia e Maria la situazione non è delle più rosee. La giovane coppia di innamorati insieme al figlio Edinson sono costretti infatti a vivere dalla madre di Mattia. Mattia non sembra proprio intenzionato ad aprire un mutuo e non riesce a lavorare quanto necessario.

Alla fine Mattia si troverà a dover andare a Milano per lavorare e per mettere da parte un po’ di soldi per la sua famiglia. Mattia parte con un giubbotto fendinebbia proprio come Alberto a suo tempo era partito con un giubbotto antiproiettile e con un bel carico di pregiudizi sulla vita della gente del Nord. Piano piano però i pregiudizi finalmente cadranno e la situazione si sistemerà.

  • Regia: Luca Miniero
  • Sceneggiatura: Massimo Gaudioso, Fabio Bonifacci
  • Attori: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Paolo Rossi, Valentina Lodovini, Giacomo Rizzo, Nando Paone, Nunzia Schiano, Fulvio Falzarano, Salvatore Misticone, Francesco Migliaccio, Francesco Brandi, Ippolita Baldini, Alessandro Vighi, Gianmarco Pozzoli
  • Produzione: Cattleya, Medusa Film
  • Distribuzione: Medusa film