• Genere:Thriller
  • Regia:Rodrigo Cortés
  • Sceneggiatura:Chris Sparling
  • Cast:Ryan Reynolds, Robert Paterson, José Luis García Pérez, Stephen Tobolowsky, Samantha Mathis,Warner Loughlin, Ivana Miño, Erik Palladino, Heath Centazzo, Joe Guarneri, Anne Lockhart, Kali Rocha, Chris William Martin, Cade Dundish, Mary Songbird, Kirk Baily, Robert Clotworthy, Michalla Petersen, Juan Hidalgo, Abdelilah Ben Massou, Tess Harper
  • Distribuzione:Moviemax
  • Produzione:Versus Entertainment, The Safran Company, Dark Trick Films
  • Durata:90 minuti
  • Nazione e Anno:Spagna 2010

C’è Ryan Reynolds che si sveglia all’interno di una cassa.

L’intero film si svolge tra le pareti di questa bara. Niente flashback, niente excursus. 90 minuti continuativi sotto terra.
Pian piano riacquista la memoria. È un autotrasportatore che, per mantenere moglie e figlia, ha accettato un incarico in Iraq.

Caduto in un’imboscata con alcuni colleghi, è stato miracolosamente risparmiato. Scopre di avere con sé un blackberry.

I terroristi lo contattano.

Deve mettere insieme un milione d’euro entro un’ora, in caso contrario lo lasceranno sepolto.
Inizia una lunga trafila di telefonate. La polizia statunitense lo mette in attesa, la moglie ha attivato la segreteria telefonica, il centro d’emergenza allestito dall’agenzia non solo non lo aiuta, ma gli tira il brutto scherzo di recidergli l’assicurazione sulla vita.

http://www.youtube.com/watch?v=TgWmDvCiO4g

Alla fine riesce a mettersi in contatto con il centro di assistenza per i prigionieri in Iraq che lo tranquillizzano dicendo che ne hanno salvarti tanti come lui tra cui Billy, un  suo amico.
I terroristi continuano a fare pressioni, il caldo ad aumentare. Gli mandano un video sul cellulare. È la sua collega, che finisce con una pallottola in testa.
La cassa inizia a cedere sotto il peso della terra, si riattacca disperato al telefono, con il centro assistenza. Questa volta gli dicono che hanno seguito le indicazioni di un irakeno che sapeva dove era stato sepolto un americano, ed ora erano sopra di lui….ma colpo di scena!!!

Oggi Rodrigo Cortés si è  misurato con la potenza del cinema americano s girando, come regista, Red lights  un thriller sofisticato che intreccia paura e suggestioni intorno al possibile, l’impossibile e il paranormale , recensione.http://cinemablog.it/red-lights/