Per soli due giorni (30 giugno e 1 luglio) sarà possibile rivedere il dodicesimo classico Disney basato sull’omonimo racconto dei fratelli Grimm (e del meno noto scrittore del seicento Charles Perrault): Cenerentola.
Dopo ben 62 anni dalla sua realizzazione torna quindi Cenerentola, che,
dopo la morte del nobile padre, la bella ragazza vive come una serva nella dimora di famiglia, succube della matrigna, la perfida Lady Tremaine, e delle bruttissime sorellastre Anastasia e Genoveffa. Pur consolata dall’affetto delle creaturine che popolano la casa, tra cui i topolini Giac e GasGas e il fido cane Tobia, la ragazza ha un sogno, di quelli veramente chimerici: sposare un principe e vivere felice e contenta per tutta la vita. Quando un giorno si diffonde la notizia che il Re ha indetto un grande ballo, perché il figlio trovi tra le giovani del regno la sua sposa, Cenerentola sente che quella è l’occasione che aspettava. Col magico intervento della fata Smemorina, la ragazza si presenta totalmente trasformata e a bordo d’una singolare carrozza. Tra l’ammirazione dei cavalieri e l’invidia delle dame, incluse le ignare sorellastre, fa subito breccia nel cuore del Principe. E il Principe nel suo. L’incantesimo però è di breve durata: a mezzanotte, infatti, la fanciulla è costretta a scappare, perdendo una scarpetta. Ma, conquistato dal suo fascino, il Principe è deciso a ritrovare la misteriosa sconosciuta.