• Genere:commedia, drammatico, sentimentale
  • Regia:Lasse Hallstrom
  • Sceneggiatura:David Gropman
  • Cast:Juliette Binoche, Judy Dench, Johnny Depp, Alfred Molina
  • Produzione:David Brown Productions
  • Durata:121 min
  • Nazione e Anno:Gran Bretagna, USA

A volte anche solo un film, oltre a far sognare, svagare, emozionare, riesce ad innescare sensazioni “fisiche”, che vanno oltre la visione dello spettacolo, coinvolgendo i nostri sensi e risvegliando, come accade durante il progredire di questa pellicola, la voglia di gustarsi per esempio, un pezzo di cioccolato.

Ecco, questo è Chocolat, opera del 2000 di Lass Hallström: una squisitezza!

Siamo nella più profonda provincia francese alla fine degli anni 50 e nell’immaginario paese di Lansquenet, giungono due donne, Vianne e la figlioletta Anouk, che involontariamente ne sconvolgeranno gli equilibri morali, determinati dalla rigidità del Conte di Reynaud, il sindaco del paese che segue i principi dei propri antenati.

Questa donna, Vianne, di cui non si conoscono le origini, passionale e controcorrente decide di aprire una cioccolateria durante il periodo quaresimale, con grave scandalo dei benpensanti, che reputano questo commercio troppo frivolo per il paese e a maggior ragione per l’astinenza che i giorni richiedono.

Questa piccola attività diventa un punto di riferimento soprattutto per le donne che riscoprono piaceri troppo a lungo sopiti. Addirittura una donna, vessata dal marito, riesce ad entrare in confidenza con Vianne e ribellandosi ottiene il proprio riscatto.

Nel frattempo, malgrado le piccole angherie che il sindaco porta avanti per boicottare il commercio di Vianne, e la resistenza del curato giovane, ma tradizionalista, l’attività procede e prospera anche grazie all’intervento involontario di alcune persone che apprezzano la vitalità di Vianne e diventano le fattive propagandiste di questa ventata di novità.

La comparsa in paese di una compagnia di tzigani, di cui un esemplare tipico è l’esuberante Roux, porterà un’altra nota di scandalo, il nuovo arrivato, comunque, con la sua simpatia favorirà Vianne con la gente locale.

Esemplare è l’interpretazione di Juliette Binoche nei panni della protagonista, così non da meno le performances di Alfred Molina e di Johnny Depp, che completano un cast eccezionale nella caratterizzazione anche delle parti di contorno.

Il film ottenne 5 nomination agli Oscar 2001 (come miglior film, migliore attrice Juliette Binoche, migliore attrice non protagonista Judi Dench, migliore sceneggiatura non originale e migliore colonna sonora originale Rachel Portman), purtroppo nonostante il valore non si aggiudicò nessuna statuetta.