• Genere:commedia
  • Regia:Sophie Chiarello
  • Sceneggiatura:Valerio Bariletti, Walter Fontana, Pasquale Plastino
  • Cast:Angela Finocchiaro, Giovanni Storti, Raul Cremona, Laura Marinoni, Elio, Antonella Lo Coco, Rosalina Neri, Jurij Ferrini, Franco Barbero, Silvana Fallisi, Paolo Hendel
  • Distribuzione:Medusa Film
  • Produzione:Medusa Film realizzata da AGIDI srl
  • Durata:90 min
  • Nazione e Anno:Italia - 2013

Arriva nelle sale la risposta italiana ai film americani che palesano la rivincita delle over 50. Con Ci vuole un gran fisico viene portata in scena la vita di routine e di ubiquità della classica donna italiana alle prese con l’arrivo dei 50 anni e della menopausa. Una commedia divertente, ma che non lesina riflessioni sulla condizione societaria dedita all’apparenza e al maschilismo puro, che vede le donne anta come “oggetti” da rifare, da aggiustare.

Alla sua prima prova come regista, Sophie Chiarello esplora l’Italia di oggi e la condizione femminile di una donna normale, quale può essere la propria vicina di casa o la collega d’ufficio, una donna che necessariamente deve avere il dono dell’ubiquità, spaccata fra lavoro, famiglia e la ricerca ossessiva di un po’ di tempo per sé. Ad incarnare la signora della porta accanto è una sempre brava Angela Finocchiaro, capace di vestire alla perfezione le fattezze del suo personaggio: «Gli uomini diventano autorevoli, noi rimaniamo babbione – ha spiegato la Finocchiaro in conferenza stampa -. In televisione non ci sono mai opinioniste sopra i 50, è un problema culturale. Nei film sono sempre moglie di, madre di, ora ci andava di curiosare in qualcosa di diverso, mettere a fuoco quello che non si vede di solito al cinema».

Ad interpretare l’uomo maschilista ed arrogante c’è, invece, Raul Cremona, capo della Finocchiaro, che tratta le donne alle stregua di oggetti sessuali. Singolare è, invece, il ruolo di Giovanni Storti (il Giovanni del trio Aldo, Giovanni e Giacomo ndr), che veste i panni dell’angelo della menopausa, una entità neanche troppo potente che cercherà di aiutare la protagonista in questo importante cambiamento della propria vita e del proprio corpo, il tutto condito da esilaranti accadimenti.

La trama

Eva (Angela Finocchiaro) è una donna divisa tra lavoro e famiglia, sempre impegnata fra mille faccende che non riesce mai a trovare un po’ di tempo per sé. Lavora in un negozio di cosmetici, in un posto dove la bellezza e l’apparenza sono al primo posto e lei, che ormai sta per raggiungere la soglia dei 50 anni, spesso si sente fuori luogo. O meglio sono “gli altri” a farla sentire fuori luogo, a partire dal suo capo (Raul Cremona), maschilista e prepotente.

Arrivata al traguardo della mezza età, Eva si trova a dover affrontare nuove battaglie: il fisico che lentamente cambia, le rughe, la menopausa. E, allorché scatta il numero 50 sul calendario biologico, ecco apparire nella vita di Eva un singolare individuo, l’angelo della menopausa (Giovanni Storti), che cercherà di aiutare la donna in questo passaggio delicato della propria vita, ma in modo decisamente bizzarro.

Ci vuole un gran fisico è la riscossa tragicomica delle over 50 made in Italy, il film di risposta alle famose pellicole d’oltreoceano dove le donne di mezza età non sono chiuse a riccio in un’esistenza che si avvia verso il tramonto o la routine, ma vivono una nuova giovinezza, libere dagli stereotipi della società.