Edward Norton è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Nato il 18 agosto 1969 nel Maryland, dopo un’infanzia agiata si diploma nel 1987 alla “Wilde Lake High School”. Dopo la laurea conseguita all’università di Yale e un’esperienza in estremo oriente, torna in America dove inizia ad intraprendere l’attività cinematografica. Il suo debutto risale al 1996 con il film “Schegge di paura”, grazie al quale ottiene anche la nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista. Le sue doti interpretative gli permettono anche di essere “ingaggiato” da Milos Forman per il film “Larry Flint – Oltre lo scandalo”. Ancora under 30, ottiene un’altra nomination all’Oscar come migliore attore protagonista per il film “American History X”, mentre con “Fight Club”, film che ha diviso fortemente la critica, ottiene un notevolissimo successo di pubblico. Recita nel 2002 anche per Spike Lee ne “La 25a ora, mentre nel 2003 veste i panni del cattivo nel film “The Italian Job”. Dopo aver vestito i panni dell’illusionista con “The Illusionist”, quelli del supereroe con “L’incredibile Hulk” e quelli di due gemelli diametralmente opposti con “Fratelli in erba”, nel 2010 recita al fianco di Robert De Niro nel film “Stone”.

Da sottolineare, infine, una sua partecipazione al film “Le Crociate”, dove compare, irriconoscibile, nei panni del re Baldovino IV il Lebbroso.

Eclettico e dotato di una mimica facciale piuttosto rara fra gli attori hollywoodiani,  Edward Norton, non è forse una delle più grandi star della Hollywood contemporanea, ma sicuramente è uno dei migliori interpreti della stessa. Il coraggio di scegliere (ha rifiutato di recitare in film come “Salvate il soldato Ryan”) ha fatto di Norton un attore capace di interpretare film, magari non sempre ottimi,  ma nei quali si evidenzia, in maniera ottimale, la capacità espressiva dell’attore.

 

Filmografia

Attore

  • Schegge di paura (Primal Fear), regia di Gregory Hoblit (1996)
  • Larry Flynt – Oltre lo scandalo (The People vs.Larry Flynt), regia di Miloš Forman (1996)
  • Tutti dicono I Love You (Everyone Says I Love You), regia di Woody Allen (1996)
  • Il giocatore (Rounders), regia di John Dahl (1998)
  • American History X, regia di Tony Kaye (1998)
  • Fight Club, regia di David Fincher (1999)
  • Tentazioni d’amore (Keeping the Faith), regia di Edward Norton (2000)
  • The Score, regia di Frank Oz (2001)
  • Eliminate Smoochy (Death to Smoochy), regia di Danny DeVito (2002)
  • Frida, regia di Julie Taymor (2002)
  • Red Dragon, regia di Brett Ratner
  • La 25a ora (25th Hour), regia di Spike Lee (2002)
  • The Italian Job, regia di F. Gary Gray (2003)
  • Down in the Valley, regia di David Jacobson (2005)
  • Le Crociate (Kingdom of Heaven), regia di Ridley Scott (2005)
  • Il velo dipinto (The Painted Veil), regia di John  Curran (2006)
  • The Illusionist – L’illusionista (The Illusionist), regia di Neil Burger (2006)
  • L’incredibile Hulk (The Incredible Hulk), regia di Louis Leterrier (2008)
  • Pride and Glory – Il prezzo dell’onore (Pride and Glory), regia di Gavin O’ Connor (2008)
  • Fratelli in erba (Leaves of Grass), regia di Tim Blake Nelson (2009)

Stone, regia di John Curran (2010)