La nuova commedia “Good as you – Tutti i colori dell’amore”, tratta dalla commedia teatrale scritta da Roberto Biondi e diventata in poco tempo un grande successo, arriva finalmente al cinema a partire dal 6 aprile 2012, una commedia gay che ci aiuta a guardare all’amore omosessuale finalmente dal giusto punto di vista.

Le commedie devono essere allegre e divertenti ma dobbiamo ammettere che se non hanno un messaggio da inviare al grande pubblico sono commedie vuote e prive di qualsivoglia spessore, commedie che quindi dopo tutto lasciano il tempo che trovano e che non possono essere ricordate a lungo. Commedie di questo tipo si perdono anzi spesso nel dimenticatoio, come se non le avessimo mai viste, come se quella pellicola non avesse mai donato alcun tipo di emozioni.

Siamo sicuri però che “Good as you”, frase che è stata il simbolo della lotta omosessuale della fine degli anni Sessanta, non potrà essere dimenticata così facilmente perché possiede un significato profondo che va ben al di là della facciata divertente, allegra e colorata di cui possiamo godere.

Sono otto i personaggi che impariamo a conoscere minuto dopo minuto, quattro uomini e quattro donne accomunati dal fatto di essere tutti gay. Alcuni di loro sono gay dichiarati che non si vergognano della propria omosessualità e che anzi ne fanno un elemento di gloria, altri invece sono ancora indecisi, indecisi su ciò che amano veramente e indecisi se offrire al mondo i dettagli della loro intimità, altri ancora sono bisessuali che amano indiscriminatamente sia uomini che donne. Otto personaggi che vivono le loro vite davanti ai nostri occhi di spettatori con le loro frustrazioni quotidiane sul posto di lavoro, i piccoli tradimenti, i problemi sentimentali, le sofferenze e le felicità.

Per la prima volta in Italia troviamo una commedia gay in cui non c’è spazio per alcun tipo di giudizio, in cui lo spettatore può solo guardare e attraverso i suoi occhi imparare ad amare questi quattro personaggi e provare affetto ed empatia nei loro confronti.

Un cast d’eccezione ha dato vita a questi meravigliosi personaggi tra cui dobbiamo assolutamente ricordare Enrico Silvestrin, Daniela Virgilio, Lucia Mascino, Luca Dorigo, Lorenzo Balducci, Elisa Di Eusanio, Diego Longobardi, Micol Azzurro.

  • Regia: Mariano Lamberti
  • Sceneggiatura: Mariano Lamberti, Riccardo Pechini
  • Attori: Enrico Silvestrin, Daniela Virgilio, Lucia Mascino, Luca Dorigo, Lorenzo Balducci, Elisa Di Eusanio, Diego Longobardi, Micol Azzurro
  • Produzione: Davide Tovi e Diego Longobardi per Master Five Cinematografica
  • Distribuzione: Iris Film