[youtube zpy-F5idME0]

Esce il 15 aprile, distribuito da 01, Habemus papam, il nuovo e attesissimo film di Nanni Moretti. Girato nei primi mesi del 2010, il film racconta la storia di un nuovo Papa, interpretato da Michel Piccoli, che al momento della nomina viene assalito dai dubbi.

Lo svelamento da parte dell’Espresso della trama del film, la cui sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Moretti e il cui costo è stato pari a circa 8 milioni di euro, riporta il regista nato a Brunico sotto le luci della cronaca dopo che, pochi giorni fa, è stato al centro della polemica sulla mancata messa in onda del Caimano.

Moretti ha definito il suo film “una commedia dolorosa”, in cui un uomo, il cardinale Piccoli, viene eletto inaspettatamente Papa dopo due fumate nere, con il sollievo dei suoi colleghi, e si sente depresso e schiacciato dalle responsabilità che questo incarico prevede. Allora, per aiutarlo, viene chiamato il professor Brezzi, luminare della psicanalisi, interpretato da Nanni Moretti: ma quando il Papa tenterà una fuga, le cose si complicheranno notevolmente. Nel cast c’è Jerzy Stuhr, nei panni del portavoce papale, Margherita Buy, nel ruolo dell’ex moglie di Brezzi, anche lei psicanalista, e fra gli altri, Renato Scarpa e Franco Graziosi.

L’anno scorso, durante la visita sul set concessa a giornalisti italiani e stranieri, Moretti ha tenuto a precisare che, a differenza del Caimano, questa è una storia totalmente slegata dalla realtà. Il suo è un Papa inventato, figura utilizzata come pretesto per raccontare la vicenda di un comunque uomo che deve affrontare una responsabilità enorme e, giustamente, ne è terrorizzato tanto da credere di non riuscire a farcela.

Habemus Papam è coprodotto da Sacher Film e Fandango in collaborazione con Rai Cinema e in associazione con Le Pacte. Per ricreare le stanze del Vaticano sono stati scelti Villa Medici e Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata francese a Roma. Secondo Le Figaro, l’affitto dell’ambasciata è costato 146.000 euro che verranno utilizzati dalla struttura per lavori di manutenzione e la mostra ‘Palazzo Farnese, dal Rinascimento a oggi’. A Cinecittà è stata invece ricostruita la Cappella Sistina.

Nanni Moretti, per le tematiche che affronta, si mette sempre in una posizione difficile, ma questa volta le cose sembrano filare lisce: ha fatto leggere la sceneggiatura al cardinal Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio per la Cultura, per conoscerne la sua opinione. Certo è che non cercasse approvazione, questo Moretti non lo ha mai fatto.