• Regia:Chris Miller
  • Sceneggiatura:Brian Lynch, David H. Steinberg
  • Cast:Antonio Banderas , Salma Hayek, Zach Galifianakis, Walt Dohrn, Billy Bob Thornton
  • Durata:91'
  • Nazione e Anno:USA 2012

Tutti conoscono Cenerentola, la Fata Madrina, il Principe Azzurro, o il Gatto con gli Stivali…eppure nella celebre serie made in DreamWorks Shrek questi personaggi sorgono a nuova vita, ironizzando su sé stessi e sulle versioni ‘classiche’ degli stessi.

Nel secondo episodio della saga, a tutt’oggi il migliore per ritmo e trovate, abbiamo fatto la conoscenza del Gatto con gli stivali, qui proposto come una sorta di Zorro felino buffo e con diverse qualità da anti-eroe. I suoi caratteristici modi di fare, la sua parlata ‘caliente’, la sua grinta ma, soprattutto, i suoi occhioni ne hanno fatto subito il beniamino del pubblico, che lo ha amato in tutti i film a venire.

Col quarto episodio di Shrek si chiude l’epopea dell’orco verde, eppure c’è ancora spazio per il Gatto sul grande schermo, con un film tutto dedicato a lui. Prima che Gatto incontri Shrek e Ciuchino, il nostro ispanico eroe vive infatti una vita da avventuriero solitario, in cerca di un modo per riscattare il proprio onore, involontariamente macchiato in gioventù durante una scorribanda col fratellastro Humpty Alexander Dumpty suo compagno di giochi sin dall’infanzia quando si promettono fratellanza eterna.

Da sempre in cerca dei leggendari fagioli magici che portano al castello fra le nuvole, Gatto scopre una nuova traccia, che lo porterà a riunirsi al fratellastro e all’impavida gattina Kitty zampe di velluto per sottrarre ai banditi Jack e Jill il loro tesoro e riportare la pace e il benessere nel loro villaggio. Ma non sarà certo una passeggiata…