“Meglio il libro o meglio il film?” Non so quante volte mi avranno posto questa domanda e chissà quante volte sarà capitato pure a voi di dover rispondere ad un quesito del genere Molto spesso prevale il luogo comune che attribuisce al libro qualità che il film non ha nemmeno sfiorato.

Raramente, si considera che letteratura e cinema sono due mezzi espressivi molto diversi tra loro. Il cinema è costretto a modificare il materiale originale in qualcosa di completamente diverso; l’importante è non tradirne lo spirito.

Questa premessa appariva necessaria per introdurre un piccolo gioiello della cinematografia orientale. Stiamo parlando de “ Il ventaglio segreto” diretto da Wayne Wang (già apprezzato per “Smoke” e “Blue in the face” ) tratto dal bestseller di Lisa See “Fiore di neve e il ventaglio segreto” dove, per l’appunto, atmosfere, storia e personaggi non vengono minimamente traditi da questa trasposizione per il grande schermo.

Il film è uscirà al cinema il prossimo 8 luglio, e in anteprima esclusiva per i lettori di Cinemablog sarà possibile vedere in anticipo un estratto in esclusiva qui:


 



Girato in prevalenza in interni, racconta la bellissima storia di Fiore e Lily, due bambine di sette anni, vissute ai tempi della Cina del 19° secolo, che subiscono la fasciatura dei piedi alla stessa età e nel medesimo giorno. Grazie a questo avvenimento, i loro destini si salderanno per il resto della loro vita e daranno il via ad un legame di amicizia più forte di una parentela che in Cina prende il nome di laotong. Fiore e Lily, anche dopo essersi sposate, troveranno il modo di aggirare i severi controlli e l’isolamento che il matrimonio impone loro, comunicando in segreto attraverso lettere scritte in un linguaggio segreto che prende il nome di nu shu, scritto e abilmente camuffato tra le pieghe di un ventaglio bianco di seta.

Parallelamente, nella Shanghai dei nostri giorni, ritroviamo altre due donne, Ninae Sophia, due discendenti del laotong, che fanno di tutto mantenere vivo e ben saldo il loro rapporto di amicizia, nato qundo erano piccole, nonostante le loro carriere impegnative e le loro vite amorose , a dir poco, complicate, in una Shanghai in affannosamente lanciata verso il futuro. Prestando attenzione dalle lezioni che il passato offre loro, queste due amiche e donne moderne dovranno riuscire a comprendere il significato della storia della loro unione ancestrale celata tra le pieghe dell’antico ventaglio bianco di seta, oppure rischieranno di perdere per sempre il loro splendindo legame di amicizia.

Snow Flower and the Secret Fan, questo il titolo originale della pellicola, uscirà, grazie alla Eagle che la distribuisce, prima in Italia e poi nel resto del mondo. Capita raramente nel nostro paese per film dallo sforzo produttivo di questa portata.

Come si sa sono le sfumature a dare vita ai colori e questo “affresco” cinematografico di due splendidi legami al femminile ne è pieno. Ci tratteniamo dal svelarveli. Un ultima considerazione la dedichiamo alla splendida colonna sonora, affidata a Rachel Portman vincitrice della prestigiosa statuetta dell’Academy- award. Indimenticabili i suoi tappeti sonori per “Le regole della casa del sidro” e “ Chocolat”.

Il regista: WAYNE WANG – Filmografia:

Mille Anni di Buone Preghiere (2007) Princess of Nebraska (2007) L’Ultima Vacanza (2006) Il Mio Amico a Quattro Zampe (2005) Un Amore A 5 Stelle (2002)

The Center of the World (2001) La Mia Adorabile Nemica (1999) Chinese Box (1997) Blue in the Face (1995)

Smoke (1995) Il Circolo della Fortuna e della Felicita’ (1993) Life Is Cheap… But Toilet Paper Is Expensive (1989) Mangia Una Tazza di Tè (1989) Dim Sum Take Out (1988) Slam Dance- Il Delitto di Mezzanotte(1987) Dim Sum: A Little Bit of Heart (1985) Chan Is Missing (1982) A Man, a Woman, and a Killer (1975)

Se volete saperne di più sul romanzo da cui è tratta questa bellissima storia, leggete su Libriblog.com la recensione de “Fiori di neve e il ventaglio segreto” di Lisa See (Longanesi)