Campione dei pesi massimi nel 1933 e ancora oggi un mito della boxe mondiale, il “gigante buono” è ora protagonista di nuovi video inediti: quasi due ore di filmati recuperati dalla Cineteca del Friuli grazie ai materiali originali ritrovati dalla figlia Giovanna Maria
Una ventina di bobine, la maggior parte 16mm e qualcuna 8mm, sono state recentemente ritrovate dalla figlia del campione di Sequals, Giovanna Maria, e consegnate alla Cineteca del Friuli, attraverso il Comune di Sequals, per tentare un recupero.
Le bobine, appartenenti alla famiglia Carnera e contenenti per lo più home movies, si trovano in condizioni precarie e probabilmente una parte delle immagini è perduta per sempre. Tuttavia, quasi due ore di filmati sono già stati salvati e riversati nonostante le bobine abbiano attraversato l’oceano, forse diverse volte nel corso di alcuni decenni.
Dalle riprese, alcune probabilmente realizzate dallo stesso Primo Carnera, emerge un ritratto insolito del campione che visse diviso fra Europa e Stati Uniti, in particolare fra Sequals e Los Angeles.
Le immagini coprono quasi un trentennio della vita del campione di Sequals e della sua famiglia, dalla prima metà degli anni ’30 alla fine degli anni ’50. Si può vedere Sequals e Los Angeles, ma anche Pompei, visitata nel corso di una crociera, e la stazione di Roma Termini in un filmato a colori in cui appare Francesco Covacich, fratello della moglie di Carnera, Pina.
In altre sequenze si vede il campione durante un allenamento in America, o in qualche momento di svago mentre gioca a golf o mentre tira col fucile.
Poi nuovamente Sequals, tra zii, cugini e amici nel cortile di casa Mazziol e nelle strade del paese. E ancora, una festa in giardino nella casa americana con le compagne di scuola di Giovanna; Primo con la moglie Pina; Giovanna e il fratello Umberto a Hesperia negli anni ’50; Pina tra le canne da zucchero durante un soggiorno alle Hawaii; una festa allo stadio di Los Angeles…
Dopo il trasferimento dei materiali su dvd, Giovanna Maria Carnera e il Sindaco di Sequals Enrico Odorico hanno fatto visita alla Cineteca del Friuli, e qui hanno potuto visionare per la prima volta quanto finora recuperato, aiutando a identificare luoghi e persone.
Uno dei momenti più emozionanti per la figlia di Carnera è stato vedere per la prima volta il nonno paterno, Sante, mai conosciuto, che appare in una breve
sequenza girata a Sequals accanto al cognato Bonaventura Mazziol, fratello della madre di Primo, Giovanna.
Tra le scene più divertenti va annoverato invece un Primo Carnera che, improvvisatosi cavallerizzo, giganteggia impacciato sopra il cavallo riuscendo a infilare nelle staffe solo la punta delle sue grandi scarpe.