• Genere:Azione, Poliziesco, Thriller
  • Regia:Walter Hill
  • Sceneggiatura:Alessandro Camon, Walter Hill
  • Cast:Sylvester Stallone, Jason Momoa, Sarah Shahi, Christian Slater, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Sung Kang, Jon Seda, Holt McCallany, Marcus Lyle Brown, Weronika Rosati
  • Distribuzione:Buena Vista International
  • Produzione:Automatik Entertainment, EMJAG Productions, Millar Gough Ink
  • Durata:97 min
  • Nazione e Anno:2013

Jimmy Bobo è un sicario vecchio stile, uno di quelli che non conosce le buone maniere, ma sa fare bene il suo lavoro: uccidere. Ed è proprio dopo aver concluso con soddisfazione l’ennesima missione – finire un poliziotto corrotto – che Jimmy si concede un attimo di tregua sorseggiando bourbon con il suo collega. Il saldo sta per arrivare.

Ma mentre Jimmy sta aspettando che il suo committente gli paghi il lavoro, ecco che arriva Keegan, un mercenario senza scrupoli pronto a liquidarli a colpi di pistola. Nello scontro il collega di Jimmy muore per una coltellata, ma lui no, e riesce addirittura a scappare dal quell’inferno. Si rifugia così nella sua casa di New Orleans, ma la sua sete di vendetta non può attendere troppo a lungo.

Nel suo piano di riscatto lo aiuta Taylor Kwon, detective di Washington D.C. perennemente attaccato al BlackBerry e che non può vivere senza navigare in rete. Ma Taylor promette di aiutarlo nel risalire la catena dei mandanti ad un solo patto: una volta conclusa l’indagine, Jimmy dovrà costituirsi e farsi arrestare. Comincia così una collaborazione inusuale, dove due persone profondamente diverse si troveranno a lavorare fianco a fianco ognuno per raggiungere il proprio scopo.

Durante le loro indagini, Jimmy e Taylor metteranno le mani su documenti scottanti, rintracciando le ambizioni di un politico corrotto che vuole cambiare faccia alla città per poi lucrare sull’edilizia. E per farlo è disposto davvero a tutto, tanto che rapirà anche la figlia di Jimmy. Da questo momento in poi, la guerra è cominciata sul serio…

Dopo diversi anni di assenza, Walter Hill dirige di nuovo un film d’azione, caratterizzato da quei suoi irrinunciabili personaggi forti, rabbiosi e senza limiti, che altri non poteva interpretare che  Sylvester Stallone, un evergreen del cinema action americano. Evidente poi, lo strizzare costantemente l’occhio al cinema degli anni 80, dove la potenza scenica di Stallone non può non ricordare il mitico personaggio di Rocky o Rambo.

Il film è ispirato al celebre graphic novel “Du plomb dans la tête” di Matz (Alexis Nolent), ma la caratterizzazione dei personaggi esprime un modulo già molto noto ed utilizzato nel mondo della celluloide, ovvero quella della coppia agli antipodi: vecchio vs giovane, delinquente vs poliziotto e così via, seguendo una sorta di espediente scenico sempre in auge.

Jimmy Bobo – Bullet to the head, distribuito dalla Buena Vista International, si regge ancora una volta sulle “spalle” di Sly, che a 67

anni suonati ancora non se la sente di mettere giù il grugnito da super duro ed andare al parco a dar da mangiare alle paperelle. E allora via! ancora scazzottate, colpi di pistola, morti e feriti: una manna per i fan del genere, per quelli che, stando seduti flaccidamente in poltrona, possono solo sognare la vita ardimentosa dello statuario Sly.