• Regia:John Carpenter
  • Cast:Kurt Russell, Wilford Brimley, T.K. Carter, David Clennon, Keith David

Antartico. Le persone di stanza in una base di ricerca americana sono sconcertate e sorprese nel vedere un elicottero norvegese di una base vicina sparare all’impazzata contro un cane che corre sulla distesa ghiacciata. L’elicottero precipita e i passeggeri muoiono tutti. Gli americani “adottano” il cane portandolo nella loro base. Pessima idea.

“Uno dei “mancati successi” commerciali più inspiegabili nella storia dell’horror. Un remake difficile (del classico di Christian Nyby e Howard Hawks del 1951), ma affrontato con grande spavalderia ed energia da un maestro del fantastico all’apice della forza espressiva e della propria fortuna commerciale che, appoggiato da una serie davvero incredibile ed efficace di effetti speciali, riesce a costruire un gelido (è ambientato tra i ghiacci dell’Antartico) racconto di grande suspense e notevole cattiveria, con un alieno camaleontico davvero impressionante e di bizzarra visionarietà. Rutilante (forse troppo, ma vive anche di questo eccesso voluto) e implacabile, il film non è riuscito a entrare, come sarebbe sembrato perfino ovvio, nelle preferenze del pubblico del momento, ottenendo incassi inferiori alle previsioni. Peccato, perché ha segnato a suo modo un’epoca introducendo, soprattutto a livello visivo e degli effetti speciali, molte innovazioni che film più fortunati hanno poi sfruttato. Kurt Russell è ottimo in una parte da antieroe d’azione, tagliata su misura per lui. A mio avviso, benché non sia necessario confrontarli, superiore all’originale “