La casa di produzione cinematografica più famosa al mondo l’ha scampata bella. Era a rischio bancarotta ma è riuscita a salvarsi per il rotto della cuffia, recuperando finanziamenti per 500 milioni di dollari, i soldi necessari per evitare il fallimento.

La Metro Goldwin Mayer, famosa per il leone ruggente che precede i titolo iniziali dei suoi film, fondata nel 1924, ha fatto la storia del cinema mondiale. Per la Mgm hanno lavorato star hollywoodiane come Clarke Gable, la divina Greta Garbo, Spencer Tracy, Joan Crawford, James Stewart e Judy Garland.

Ha prodotto i film di registi come Vincente Minnelli, George Cukore e King Vidor. Alla Mgm si deve la realizzazione di capolavori assoluti tra cui Via col vento e Il mago di Oz, giusto per fare due nomi.

Ora che è salva, la casa di produzione si accinge a ripartire a spron battuto. Secondo i rumors avrebbe in progetto la realizzazione del 23° episodio sulle avventure dell’agente segreto più famoso al mondo, James Bond.

Ma il primo nuovo film potrebbe essere un doppio episodio dedicato alla saga “The Hobbit”, tratto dall’opera del grande scrittore J.R.R. Tolkien, che dovrebbe fare concorrenza alla trilogia de “Il Signore degli Anelli” già realizzata dalla Miramax.