• Titolo: Le amiche della sposa
  • Regia: Paul Feig
  • Sceneggiatura: Annie Mumolo, Kristen Wiig
  • Attori: Kristen Wiig, Maya Rudolph, Rose Byrne, Melissa McCarthy, Ellie Kemper, Wendi McLendon-Covey, Jon Hamm, Chris O’Dowd, Matt Lucas, Jill Clayburgh, Jessica St. Clair, Kali Hawk, Rebel Wilson, Greg Tuculescu, Lynne Marie Stewart, Andy Buckley, Michael Hitchcock, Joe Nunez, Tim Heidecker
  • Produzione: Apatow Productions, Universal Pictures
  • Distribuzione: Universal Pictures

Paul Feig è un regista il cui nome è famoso soprattutto in connessone al mondo della televisione nonostante siano varie le pellicole che ha lanciato nel mondo del cinema. Forse il suo successo cinematografico deve ancora arrivare, forse molto semplicemente Paul Feig non aveva ancora trovato la giusta strada attraverso cui esprimersi.

Paul Feig però ci ha offerto quest’anno una commedia davvero fuori dal comune, la commedia “Le amiche della sposa” che si è anche aggiudicata una nomination ai Golden Globe Awards e che quindi forse potrebbe segnare per lui il salto nella lista dei registi di commedie migliori del momento.

“Le amiche della sposa” non è come si potrebbe credere la classica commedia incentrata sul matrimonio, il romanticismo e l’amore ma è una commedia dalle situazioni piuttosto demenziali e volutamente esagerate che maschera dietro il volto della comicità la descrizione della fragilità della donna contemporanea, una donna che troppo spesso si sente incapace di raggiungere i propri obiettivi e vive la vita in una continua ansia da prestazione che ovviamente le fa fare delle scelte assurde.

Questa è la storia di Annie, una donna di quarant’anni che vive priva di speranza nei confronti del futuro. Annie non è fidanzata e perde anzi il suo tempo con uno sciupafemmine ossessionato solo dal sesso e non ha neanche più una professione. Nella sua vita Annie ha come unico appiglio la sua migliore amica Lillian, l’amica che è riuscita a realizzare tutto ciò che lei non ha raggiunto e che sta per sposarsi.

Lillian ovviamente chiede ad Annie di aiutarla nei preparativi per le nozze ma ecco che arriva Helen, una signora viziata e piena di soldi che farà di tutto per prendere il posto di Annie nella vita di Lillian. Annie cercherà ovviamente con tutti i mezzi di cui è a disposizone di resistere ad ogni suo attacco, anche rischiando di cadere nel ridicolo più volte.

Una commedia divertente ma anche profonda quindi, una commedia che riesce a farci pensare alla condizione in cui molte donne di oggi vivono, una condizione di insicurezza e di sfiducia nei confronti del mondo, di se stesse e delle proprie capacità con quel pizzico di leggerezza che ogni commedia dopotutto dovrebbe possedere.