• Genere:Animazione, Commedia, Avventura
  • Regia:Chris Butler, Sam Fell
  • Sceneggiatura:Chris Butler
  • Cast:Anna Kendrick, Leslie Mann, John Goodman, Casey Affleck, Christopher Mintz-Plasse, Jodelle Ferland, Kodi Smit-McPhee
  • Distribuzione:Universal Pictures
  • Produzione:Laika Entertainment
  • Durata:92 minuti
  • Nazione e Anno:USA 2012

Una piccola cittadina apparentemente tranquilla, un bel giorno viene assalita dagli zombie, che creano paura e terrore tra i tranquilli e noiosi abitanti. Uno dei piccoli abitanti della cittadina però pare essere l’unico aiuto per affrontare questa invasione.

Norman per l’appunto, è un ragazzino che riesce a parlare con i morti ma nessuno gli crede ed è destinato a diventare lo “strano” del paese almeno finché lo spirito di una ragazzina un tempo ingiustamente accusata di stregoneria non comincia a minacciare l’intera comunità…. Norman,per salvare le sorti della sua città colpita da una maledizione secolare,sarà costretto ad affrontare, oltre agli zombie, fantasmi, streghe, come se non bastasse, adulti ottusi. Ma il rischio per questo giovane in grado di entrare in contatto con i morti è quello di spingere se stesso e la sue capacità medianiche ben al di là dei confini mondani…

Dopo l’enorme successo targato LAIKA, Corallne e la porta magica, film di animazione nominato agli Academy Awards, ParaNorman è solo il secondo film di animazione in stop motion realizzato in 3D.
ParaNorman è diretto da Sam Fell e Chris Butler, tratto dalla sceneggiatura originale di Butler. Sam Fell è stato il regista de Le avventure del topino Despereaux e Giù per il tubo. Chris Butler ha ricoperto il ruolo di supervisore alla sceneggiatura di Coraline e la porta magica e ha lavorato allo storyboard del film di Tim Burton La sposa cadavere.

Ancora una volta preparatevi a grasse risate … e non solo ..Questo è il tipo di film dove lo scrittore prima pensa al titolo e poi intorno a questo ne crea la storia. Solitamente non può esserci cosa più sbagliata ma questa volta dobbiamo ricrederci la tattica è stata assolutamente azzeccata. La storia è un susseguirsi di emozioni positive e negative, sufficientemente calibrate per far star seduto un bambino fino alla fine.
Nel film vengono toccati argomenti come il bullismo, macchia nera nella nostra attuale società e anche se in maniera molto soft il problema viene affrontato con un sorriso sulle labbra del protagonista. Un film che non deluderà nemmeno il suo pubblico adulto …