Il regista Peter Jackson annuncia che Lo Hobbit uscirà nelle sale a Natale 2012 e sarà in 3D.
Pare che finalmente ci sia l’avvio dei lavori definitivo, dopo numerosi problemi che erano incorsi, primo fra tutti la defezione di Guillermo Del Toro, a cui inizialmente era stata affidata la regia.
Guillermo del Toro ha lasciato il progetto poichè da subito sono intercorsi ritardi che hanno causato uno slittamente della già lunga lavorazione e che l’avrebbero costretto troppo na lungo lontano da casa.

Intanto il progetto si è trasformato in un doppio film e mentre la MGM era disperatamente alla ricerca di un nuovo regista, l’attore Ian McKellen, meglio noto come Gandalf, ha minacciato di andarsene per via dei troppo lunghi tempi di attesa per l’avvio della lavorazione del film, senza essere nemmeno sotto contratto e volendo sfruttare al meglio il suo tempo.
Dopo mesi di ricerca si è tronati al punto di partenza e al regista che era scontato per il film, Peter Jackson che ha infine accettato la regia. Nel frattempo perà la casa produttrice MGM ha avuto problemi finanziari, che rischivano di compromettere ancora una volta il film.

Il regista però ha iniziato comunque a fare i provini nella sua amata Nuova Zelanda, ma un altro problema si è presentato. Il sindacato degli attori neozelandesi ha avanzato pretese su un contratto collettivo: Peter Jackson ha risposto con fermezza che non è contrario ai sindacati, ma che in questo caso gli sembra solo si tratta di una volontà di aumentare il proprio potere.
Inoltre dopo il notevole ritorno di immagine che la Nuova Zelanda ha avuto proprio grazie al successo Il Signore degli Anelli, non sono mancate le offerte di altri paesi che vorrebbero mostrare sul grande schermo le proprie bellezze artistiche e offrire alla produzione tutto l’appoggio necessario.

Nel frattempo lo sfortunato Lo Hobbit ha visto l’ingresso nella produzione della Warner Bros, un incedio sul set e la scelta defintiva della realizzazione in 3D.
Pochi giorni fa è stato annunciato l’avvio dei lavori, mentre ancora il governo neozelandese cerca di calmare le acque con il sindacato degli attori per non perdere questa grande produzione.
Peter Jackson è però fiducioso che tutti i problemi si risolvano a breve e che le riprese non subiscano ulteriori ritardi per giarare i due fuilm che arriveranno rispettivamente nel 2012 e 2013.