Steve Mcqueen è un nome ormai noto nel mondo del cinema in quanto il suo film d’esordio dal titolo “Hunger” ha avuto un successo davvero immenso riuscendo ad aggiudicarsi la vittoria del premio La Caméra d’Or al 61esimo Festival di Cannes come miglior opera prima.

Steve Mcqueen torna il 13 gennaio 2012 al cinema con una nuova pellicola, pellicola attorno alla quale ruotano davvero molte aspettative. Stiamo parlando di “Shame” che vede come protagonista un meraviglioso Michael Fassbender nei panni di Brandon, un trentenne che non riesce in alcun modo a gestire la sua vita sessuale.

Brandon è letteralmente ossessionato dal sesso. La memoria del suo computer è stracolma di video porno e le sue giornate scorrono sempre alla ricerca di una preda al cui piacere lasciarsi andare completamente. Brandon è un uomo bello, elegante e affascinante che riesce a colpire una donna con una sola occhiata, per lui quindi trovare una preda perfetta non è certo un problema.

Il sesso è puro erotismo per Brandon, è un oblio, un modo per sfuggire dalla realtà. Il godimento ed il piacere non sono altro che un modo per evitare di pensare al dolore dell’esistenza ed ecco allora che ogni atto sessuale è per Brandon un momento esaltante in cui riesce finalmente a sentirsi bene con se stesso ma è contemporaneamente anche un momento deprimente in cui si sente una persona disgustosa, una persona profondamente sporca.

Brandon è il centro focale di questa pellicola, il suo corpo è ciò attorno al quale tutto ruota. La sua vita scorre tra i successi sul lavoro e la routine quotidiana, una routine che viene però intaccata dal ritorno di sua sorella, una donna che produce su di lui una serie di emozioni contrastanti, amore e odio, attrazione e tensione, un rapporto che in molti casi appare al limite dell’incestuoso, un limite però che non viene mai oltrepassato.

Su questa pellicola il sesso diventa squallido, diventa un modo per colmare il vuoto della vita, per risollevarsi dai dolori dell’esistenza. Sulla sfondo una New York che sembra disintegrarsi, in cui le persone mostrano una facciata di felicità anche se sono sempre più disperate ogni giorno che passa.

  • Regia: Steve Mcqueen
  • Sceneggiatura: Abi Morgan, Steve Mcqueen
  • Attori: Michael Fassbender, Carey Mulligan, James Badge Dale, Nicole Beharie, Hannah Ware, Elizabeth Masucci, Robert Montano, Lucy Walters, Mari-Ange Ramirez, Alex Manette
  • Produzione: See-Saw Films, See Saw Films, Film4
  • Distribuzione: BIM