Il film-documentario di montaggio sulla vita del premier Silvio Berlusconi arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo 25 marzo, distribuito da Lucky Red.

La pellicola si baserà sull’autobiografia non autorizzata del presidente del consiglio Berlusconi, curata dai giornalisti del Corriere della Sera, Gianantonio Stella e Sergio Rizzo, autori del libro inchiesta “La Casta”.

Diretto da Roberto Faenza e Filippo Macelloni, la pellicola s’intitolerà “Silvio Forever“.

Dal titolo ironico e dagli sceneggiatori, famosi autori di diverse e drammatiche inchieste sulla corruzione politica e sul clientelismo che caratterizza il nostro Paese, il film sicuramente attirerà molte critiche e polemiche.

La vita del premier Silvio Berlusconi sarà così rappresentata attraverso il racconto dell’uomo e del politico, in tutte le sue fasi dell’ascesa e consolidamento al potere fino ai rinomati e scandalosi “Bunga Bunga party” di Villa Grazioli.

La sinossi del film così recita:

“…e poi, col tempo, tutto ha cominciato a ruotare sempre di più intorno a lui. Solo a lui. Ossessivamente a lui: Silvio Berlusconi. Che, comunque la si pensi, al di là dei meriti per cui lo osannano e dei demeriti per cui lo disprezzano, è uno strepitoso personaggio della commedia dell’arte, capace di offrire miriadi di spunti per un’avventura cinematograficamente immaginabile…”

La Lucky Red, la casa di produzione cinematografica che ha già dimostrato in passato un certo coraggio nel distribuire film politicamente forti come “Il divo”, ha deciso di pubblicizzare poco questa pellicola fino alla sua uscita. In realtà, il film non ha bisogno di pubblicità dato che arriverà nelle sale in un momento molto particolare e caldo della vita politica italiana: tra Rubygate e “Bunga Bunga party”.

[youtube _Y2skU6A5iA]