Una doccia fredda oggi per tutti quelli che nei giorni scorsi avevano sperato di rivivere l’emozione di un Oscar all’Italia.

Infatti dopo l’illusione dei giorni scorsi dovuto alle ottime recensioni del New York Times e il premio assegnato a Giovanna Mezzogiorno, il film è stato automaticamente escluso dalla corsa per il premio più prestigioso del mondo.

Infatti dalla corsa vengono automaticamente esclusi tutti i film che escono contemporaneamente nelle sale e on demand, proprio come il nostro Vincere.

Il film uscito in Italia nel 2009, l’anno scorso non entro nelle nomination per il Miglior film straniero perché gli fu preferito Baaria di Tornatore; il film avrebbe comunque potuto gareggiare in altre categorie (miglior film, miglior attore, etc) essendo uscito negli Usa nel 2010, ma questa uscita ora lo esclude a priori.

Il film ha ricevuto un’ottima accoglienza negli Usa e questo ci aveva illuso di poter rivivere l’emozione che ci aveva offerto Roberto Benigni con La vita è bella, la possibilità è esclusa e lo stesso regista Marco Bellocchio ha reagito con filosofia.